In Sardegna gli sforzi degli enti pubblici e attori privati​​ (dalle grandi aziende alle più piccole startup) si stanno orientando verso la realizzazione di un mondo imprenditoriale più consapevole, sia in termini di know-how tecnico da spendere in azienda per la crescita interna, sia in termini di conoscenze specialistiche per immettersi all’interno del proprio mercato di riferimento con i giusti strumenti.

La nostra più grande sfida come AGRENTA , all’interno di questo progetto formativo, è stata proprio quella di trasmettere questo “modus operandi” agli imprenditori e le imprenditrici sardi/e.

Come abbiamo operato nel concreto?

In collaborazione con Isforcoop e Ial – Sardegna, nel Programma “Unire le Competenze” (di cui Isforcoop capofila) abbiamo lavorato a stretto contatto con i partecipanti per accompagnarli alla creazione del proprio progetto di impresa.

Con quasi più di 2.500 ore di formazione in aula, in gruppo e in consulenze singole, abbiamo realizzato, per ciascuno, un piano d’ingresso ad hoc per penetrare il proprio mercato. Ogni progetto è stato esaminato e articolato secondo diversi punti di vista strategici, come per esempio la comunicazione, l’approfondimento dell’idea di business, lo studio dei concorrenti e dei clienti target, l’individuazione di un adeguato gruppo di lavoro, la costruzione di un efficace piano economico finanziario, l’analisi dei i vantaggi competitivi, la fattibilità e la scalabilità del progetto.

Sulla base di questo grande lavoro è stato poi realizzato un dettagliato Business Plan che ha agevolato i partecipanti della misura, a presentarsi nel mercato del lavoro preparati e in grado di rispondere alle esigenze dei propri clienti target.

Il team di AGRENTA ha contribuito a rendere il mercato del lavoro sardo più competitivo con l’avvio di nuove realtà imprenditoriali.